Ecco cosa succede al tuo cervello quando guardi pubblicità ingannevoli

3
71 Flares 71 Flares ×
Pubblicità: trova quella ingannevole ;)

Pubblicità: trova quella ingannevole 😉

Mi sono già occupato di alcune tecniche usate nelle pubblicità ingannevoli inoltre, se vuoi una corposa carrellata di esempi ti consiglio l’utilissima sezione “Pubblicità & Bufale” del sito “Il fatto alimentare“.

Ma cosa succede nel cervello quando osserviamo pubblicità ingannevoli? Come reagisce? Quali aree cerebrali si attivano? Una ricerca cerca di rispondere a questi interrogativi.

I soggetti sperimentali sottoposti a fMRI e ignari del compito hanno semplicemente osservato diversi tipi di pubblicità su carta stampata: palesemente ingannevole, moderatamente ingannevole e credibile. A detta dei ricercatori la semplice osservazione consente di ricreare la condizione di passività di quando realmente siamo esposti alla pubblicità.

Sembra che nella visione di pubblicità palesemente e moderatamente ingannevoli i soggetti attivino un processo a 2 fasi.

Scan Pubblicità Ingannevoli

Aree cerebrali attive durante l’esperimento.

Durante la prima fase si manifesta un’intensa attività del precuneo, inoltre specialmente durante la visione di pubblicità palesemente ingannevoli, si nota una maggiore attivazione dell’amigdala. Quindi sembra che più sia ingannevole la pubblicità, maggiore sia la sua capacità di attirare l’attenzione dei soggetti (precuneo) e connotare emotivamente (amigdala) il contenuto.

Il precuneo è una parte del cervello evolutivamente giovane: è altamente sviluppato negli essere umani, presenta la più complessa organizzazione corticale ed è l’ultima regione cerebrale a compiere il processo di mielinizzazione. Quest’area corticale ha ricevuto poche attenzioni per via della sua posizione nascosta, solo recentemente si è scoperto che il precuneo e l’area circostante presentano il più alto tasso metabolico a riposo. Devi sapere che il precuneo è una struttura coinvolta nel Default Network Model, un network cerebrale attivo quando siamo impegnati in attività di tipo introspettivo (per esempio, quando guardando un punto nello spazio ti incanti e inizi a sognare ad occhi aperti). In questi momenti il cervello consuma una gran quantità di energia.

Il precuneo inoltre è coinvolto nell’attenzione spaziale, per esempio come quando dobbiamo seguire la traiettoria di un movimento all’interno di una scena.

In rosso il precuneo

In rosso il precuneo

Durante la seconda fase i ricercatori hanno osservato una maggiore attivazione del giro temporale superiore e della giunzione temporoparietale, 2 regioni cerebrali coinvolte in quella che viene definita Teoria della Mente, ovvero quella capacità (assente nei soggetti autistici) di comprendere le intenzioni altrui. In questo caso, sembra che i partecipanti stessero cercando di comprendere il grado di verità dietro i claims delle pubblicità ingannevoli. 

La nota interessante è che questa attivazione si verifica maggiormente durante la visione di spot moderatamente ingannevoli. Probabilmente questo avviene perchè gli spot palesemente ingannevoli vengono identificati immediatamente come faziosi e non meritevoli di attenzione.

Osservando l’attivazione di entrambi gli spot, la maggiore attivazione cerebrale avviene durante la visione di spot moderatamente ingannevoli. Vien da chiedersi se questo tipo di spot sia più efficace nell’incrementare le vendite del prodotto.

A quanto pare sembra di no. Infatti, quando i ricercatori durante la seconda fase distraggono i soggetti rendendo più difficile comprendere le intenzioni dietro i claims, i soggetti sono più propensi a ritenere veri gli spot moderatamente ingannevoli.

Quindi se i soggetti sono in grado di discernere senza distrazioni i claims, esiste una buona probabilità che vengano messi in dubbio, ma se vengono distratti possono credere anche a claims ingannevoli.

Quando siamo esposti agli spot in TV spesso siamo distratti e sovrappensiero, sarà per questo che molti venditori di fumo riescono ad avere successo?

E tu cosa ne pensi? Come sempre, non esitare a contattarmi se hai qualche dubbio, sarò felice di risponderti.

Piaciuto il post? Ok, allora se non ti va di perdere tempo per controllare se ho pubblicato un nuovo post, resta sempre aggiornato e iscriviti subito alla mia newsletter, è gratis!

 








71 Flares Google+ 31 Facebook 21 LinkedIn 9 Twitter 10 71 Flares ×
Share

3 Comments

  1. Psicofisico scrive:

    […] rispetto ai brand non alimentari. La corteccia cingolata posteriore (PCC) invece fa parte del Default Mode Network, importante negli stati di coscienza, una sua disattivazione comporta uno stato di alienazione dal […]

  2. […] rispetto ai brand non alimentari. La corteccia cingolata posteriore (PCC) invece fa parte del Default Mode Network, importante negli stati di coscienza, una sua disattivazione comporta uno stato di alienazione dal […]

  3. Maria Smith scrive:

    Thank you for the article.

    Great blog that I enjoyed reading.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.

71 Flares Google+ 31 Facebook 21 LinkedIn 9 Twitter 10 71 Flares ×

Ciao! Questo blog fa ampio utilizzo di tarallucci, tortellini e cookie (rigorosamente senza olio di palma). Se non sei amante dei biscotti, puoi sempre rifiutare maggiori informazioni

Questo blog oltre ad essere fighissimo e insuperabile più di un tonno cresciuto in allevamento intensivo, tiene traccia delle pagine che visiti tramite lo script di Google Analytics. Non devi preoccuparti, perchè il tracciamento è anonimo e serve semplicemente a capire quali sono gli articoli più letti e graditi. Ecco delle semplici ma allo stesso tempo complesse regole per poter accedere ad una trascendentale esperienza di navigazione: 1) Se non cambi le impostazioni del browser, accetti. 2) Se clicchi su accetti, accetti. 3) Se sei nato a Febbraio ci devi pensare. 4) Se ti stai annoiando, ti capisco. 5) Se non credi sia divertente, accetti. Buona navigazione.

Chiudi